Pioggia di medaglie per il Cus canottaggio

682 di 1823

Nel PalaZumbo, grande struttura sportiva della scuola media Statale Salvemini di Brindisi, si è svolta la seconda gara di Canottaggio Indoor della stagione 2014, organizzata dal sempre attento Antonio Coppola del Carrino.

Queste gare sono concentrate a inizio stagione per poter verificare l’efficacia della preparazione invernale e potersi affacciare con stimolo alle gare in acqua.
Circa 176 atleti di tutte le categorie si sono confrontati sul parquet allestito con 12 remoergometri per le gare e 12 per il riscaldamento. Tutto esaurito sulle tribune.
Nell’ambito del campionato si è disputato il Trofeo Caldarulo, giunto all’ottava edizione. Intitolato al caro amico e Giudice Arbitro della Federazione Italiana Canottaggio, Donato Caldarulo, prematuramente scomparso nel 2006, il trofeo viene assegnato alla società che ottiene il maggior punteggio in una classifica estrapolata da quella generale, considerando i primi tre classificati delle categorie Cadetti, Ragazzi, Junior e Senior.

squadra_CUS_Canottaggio_18cm

La squadra del Cus Bari Canottaggio protagonista del successo

La squadra del CUS Bari era composta d 28 atleti agguerriti e ben allenati da Massimo Biondi e dai suoi tecnici Michele Santoro, Fabio Chierico, Saverio Binetti e Alberto Boccuto (Alberto e Saverio si sono anche occupati del sistema elettronico di gara).

“Sono veramente contento dei risultati ottenuti da tutti i ragazzi, dagli Allievi ai Master” dice il Responsabile Tecnico Biondi. “Quest’anno la squadra affronta una nuova avventura: alcuni sono passati nella categoria superiore, altri devono raccogliere i frutti dell’esperienza dell’anno scorso; Giorgia Bergamasco, la nostra campionessa, da quest’anno è negli USA e solo a giugno farà ritorno per rientrare nella nostra squadra agonistica e, con tutta probabilità, in quella nazionale. Quindi tante novità ci aspettano. Tutti gli atleti si sono allenati molto bene, con serietà e costanza. Ecco perché sono arrivati i primi risultati già in questa gara. Anche i tecnici del CAS hanno fatto un buon lavoro e sempre di più confermano la loro crescita professionale. Sono davvero orgoglioso di tutti i miei ragazzi. Lo scopo del mio lavoro è quello di portare tutti gli atleti alla giusta preparazione nel tempo: non si ottengono risultati da un giorno all’altro ma solo con impegno, sacrificio e la consapevolezza delle proprie capacità e delle proprie forze, per tirarle fuori al momento giusto. Il mio obiettivo principale è quello di conservare una squadra di valore in modo costante nel tempo e di far crescere i ragazzi in questo ambiente genuino e formativo per la vita.”

Elenchiamo i risultati partendo dai più piccoli: nella categoria Allievi B, Lorenzo Gelao si è piazzato all’8° posto su 11; negli Allievi C, Antongiulio Palmieri 8°, Gabriele Loconsole 9° e Walter Vitucci 12° su 16; nei Cadetti femminile, Ornella Genchi 2a, Silvia Triggiani 4a e Oriana De Luca 6a su 7; nei Cadetti maschile, Vito Castro 3°, Luca Leggiero 4°, Riccardo Dani 10° e Francesco Clemente 17° su 22.

Una pioggia di medaglie è arrivata dalla squadra agonistica: medaglia di Bronzo per Kristina Nesterowa nella categoria Ragazzi femminile; nella categoria Ragazzi maschile, podio tutto CUS Bari, con Claudio Simone che ha vinto la medaglia d’oro, Daniele Ninni Argento e Bernardino Genchi Bronzo, Michele Radicchio 8° e Fabrizio Zingarelli 11°, Bartolomeo Intranò (protagonista di una gara perfetta e un tempo di tutto rispetto nonostante il poco allenamento) 13° su 20 partecipanti; altra medaglia d’Oro nella categoria Junior, con Samuele Loconsole e George Watkins 5° su 8 partecipanti; medaglia di Bronzo per Anna Colella nella categoria Senior femminile; medaglia d’Oro per Raffaella Venafra nella categoria Master che ha vinto la sua sfida personale scendendo sotto il tempo di 3 minuti e 50 secondi; medaglia d’Argento per Rocco Didonna nella categoria Esordienti, che, già rispetto a due settimane fa, ha migliorato notevolmente le sue prestazioni e ha lanciato la sfida per la vittoria della prossima gara; medaglia d’Oro per Riccardo Ricci nella categoria Under 23; nella categoria Senior, medaglia d’Oro per Mario Castoldi (protagonista di una gara eccezionale: nonostante abbia gareggiato nella categoria superiore – essendo un PL – ha controllato la seconda posizione per tutto il percorso e ha vinto negli ultimi 150 metri con un serrate da primato) e medaglia di Bronzo per Andrea Antezza.

Trofeo CaldaruloGrazie a questi risultati il CUS Bari si è aggiudicato il prestigioso Trofeo Caldarulo con 48 punti, seconda classificata la società Monopoli 2005 con 18 punti, terza la Lega Navale Barletta con 16.

Complimenti a tutti gli atleti e ai loro allenatori; hanno provato che si può cominciare già da subito a raccogliere i frutti dell’ottimo lavoro svolto fin’ora. Un pensiero va anche ai genitori dei ragazzi: non dimentichiamo l’impegno e la costante presenza al loro fianco.

A marzo la prossima gara regionale sul lago di Senise. Forza ragazzi: avanti così.

 

Checcus

This article was written by Cus Bari