CUS BARI E UNIBA ALLE UNIVERSIADI NAPOLI 2019

24 di 1798
CUS BARI E UNIBA ALLE UNIVERSIADI NAPOLI 2019

PILUDU, MARRA, ESPOSITO E CASSANO GLI STUDENTI ATLETI PARTECIPANTI. PER MARCO GIUSTINO INVECE I CAMPIONATI MONDIALI DI PATTINAGGIO “WORLD ROLLER GAMES”

Quattro studenti-atleti dell’Università di Bari parteciperanno alla 30^ edizione delle Universiadi di Napoli, organizzate dalla Federazione internazionale dello Sport Universitario. Natasha Piludu (Tennis), Giulia Marra e Gabriele Esposito (Taekwondo), e Luca Cassano (Atletica Leggera), sono stati presentati agli organi di informazione nel corso di una conferenza stampa.

A salutare i giovanissimi atleti nella sala consiglio del Palazzo Ateneo, Luisa Sabatini Decano dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Antonio Prezioso Presidente CUS BARI, Silvio Tafuri Presidente Comitato per lo Sport Universitario; Angelo Giliberto Presidente Coni Puglia; Michele Grandolfo Vicepresidente Nazionale Sport Rotellistici; Nicoletta Virgintino Presidente Circolo Tennis Bari; Giuseppe Dellino Consigliere federale Federazione Italiana Taekwondo.

A tutti loro gli auguri per i migliori successi nella manifestazione che si disputerà a Napoli e nelle altre province campane dal 3 al 14 luglio. Una competizione, le Universiadi, di altissimo livello che prevede diciotto discipline sportive, ottomila atleti universitari, 127 Paesi partecipanti, sessanta impianti di gara, 222 cerimonie di premiazione, per l’evento multidisciplinare internazionale più importante degli ultimi anni in Italia

“L’Università ha una tradizione importante – ha spiegato Silvio Tafuri Presidente Comitato per lo Sport Universitario – abbiamo ottenuto risultati importanti dal punto di vista sportivo negli ultimi anni ed ora arrivano le Universiadi. Un’ evento a lungo preparato anche attraverso un’azione di scouting, per la scelta degli atleti, tengo a sottolineare che siamo penalizzati dalla scelta di non avere sport remieri in queste universiadi, considerata la nostra grande tradizione. I ragazzi tutti studenti in scienze motorie si sono allenati tantissimo tutto l’anno. Li monitoriamo nello sport, come negli studi, e devo dire che sono davvero sono assidui

Tra gli atleti che danno lustro all’università barese anche Marco Giustino studente del corso di laurea in Scienze delle Attività Motorie e Sportive, convocato ai Campionati Mondiali di Pattinaggio i “World Roller Games”, dall’1 al 14 luglio, a Barcellona. Giustino è il primo atleta pugliese a partecipare a questa competizione nella storia del pattinaggio artistico italiano.

L’istituzione va avanti, il CUS Bari e l’Università, – spiega il Presidente del CUS Bari Antonio Prezioso – proseguono un percorso avviato da tempo. Comprendo le emozioni dei nostri ragazzi, avendo partecipato nel 1993 alle Universiadi. E’ importantissimo l’alto livello della competizione, i ragazzi sono orgogliosi di difendere i colori Italiani, in casa. Per il CUS e l’ Università la loro partecipazione è motivo d’orgoglio a dimostrazione che lo sport a Bari funziona. Piluddu e Cassano sono una conferma avendo già partecipato due anni fa alle Universiadi. Voglio aggiungere che i ragazzi sono bravi a coniugare sport e studio, questo a dimostrazione che il principio per il quale è nato il centro universitario sportivo in Italia ha posto bene le sue basi, ossia che si può essere atleti di altissimo livello ed anche studenti modello.”

Ad incoraggiare e sostenere gli studenti atleti, anche Domenico Montrone, (Fiamme Gialle) reduce dal titolo italiano di canottaggio, campione europeo e medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Rio 2016, nonché consigliere del CUS Bari. “Dispiaciuto – ha detto Montrone – per l’assenza della mia disciplina, essendo Napoli la culla di questo sport, nonché la città natale del nostro presidente federale Giuseppe Abbagnale. Felice per il CUS Bari, dobbiamo metterci al passo con tutte le università internazionali, molti miei colleghi di nazionale, sono militanti in squadre di college americani con borse di studio importanti. Lo sport universitario va sostenuto e dobbiamo fare in modo che i ragazzi portacolori della nostra università sentano tutto il nostro appoggio. A loro un grande in bocca al lupo.”

Tags:

This article was written by NUOTO